La bocca del lupo. Un film di Pietro Marcello

E’arrivato finalmente il momento di dirlo: un cinema italiano veramente nuovo è possibile. Originale per forma e struttura, svincolato dalle ingombranti denominazioni di genere, pieno, denso, forte. Garbato nei modi e funzionale nel messaggio. Questo e molto altro è, per esempio, La bocca del lupo, vincitore dell’ultima edizione del Festival di Torino, selezionato dal Festival di Berlino, “ospitato” in questi giorni da Visioni italiane a Bologna e in programmazione in 18 sale nelle principali città italiane.

Si tratta di un film commissionato a un giovane autore, Pietro Marcello, da parte dei gesuiti della Fondazione San Marcellino e sostenuto dalla giovane Avventurosa Film e dai sempre attenti Nicola Giuliano e Francesca Cima della Indigo Film.

L’intenzione iniziale era quella di (far) posare lo sguardo su una particolare realtà, quella della Genova più underground, con i suoi quartieri più difficili e degradati (come la zona portuale di Ponte dei Mille da cui prende avvio la vicenda) e dare voce ai silenzi delle strade e degli ultimi, quei vinti dei romanzi veristi dell’Ottocento che coltivano piccoli sogni con grande caparbietà. Il risultato è stato l’esito di un fortunato incontro, quello dell’autore con Enzo e Mary che con grande libertà raccontano di sé stessi e della loro storia sotto la quale Marcello, con raffinato distacco e misurato equilibrio, fa scorrere immagini di vita, testimonianze in presa diretta e preziosi materiali d’epoca.

In tutto ciò c’è anche spazio per l’amore, in un’eccezionale, duplice veste. Da un lato la relazione tra Enzo, siciliano d’origine e genovese d’adozione che la vita ha reso duro fuori, ma tenero dentro e Mary, transessuale romana che dopo un’infanzia borghese e disciplinata è costretta a scappare di casa, incappando nell’eroina e nella depressione. I due si amano, perché sanno condividere, e si aspettano tanti anni per realizzare il loro piccolo sogno. Poi c’è un amore più sottile, latente, ma visibile agli occhi dei più attenti e meglio disposti e cioè quello dell’autore Marcello per il cinema, un sentimento sincero di cura, attenzione e rispetto per la narrazione e per il materiale narrato, per i particolari e per il tutto decisamente armonico. Lo spettatore si trova così spiazzato, tra decidere se continuare a chiedersi se quello che sta vedendo è una storia di finzione o un innovativo documentario e abbandonarsi fanciullescamente all’ascolto di una storia nuova, intensa e affascinante.

Il successo che La bocca del lupo sta già riscuotendo nelle sale (nelle principali città italiane durante i precedenti week end si è registrato più volte il tutto esaurito) insieme a ciò che ha già fatto e sta continuando a fare L’uomo che verrà di Giorgio Diritti, fa ben sperare in chi crede in un cinema italiano “alternativo” e valido, d’alta qualità e di pochi sprechi, capace di sorprendere e convincere veramente.

La bocca del lupo, insieme a La Paura di Pippo Delbono, sulla base di un progetto della Cineteca teso a valorizzare film italiani nuovi, indipendenti o seminascosti, verrà proiettato ogni lunedì per tutto il mese di marzo presso il Cinema Lumière.

Annunci

Una Risposta to “La bocca del lupo. Un film di Pietro Marcello”

  1. […] La bocca del lupo. Un film di Pietro Marcello E’arrivato finalmente il momento di dirlo: un cinema italiano veramente nuovo è possibile . Originale per forma e struttura, svincolato dalle ingombranti denominazioni di genere, pieno, denso, forte. Garbato nei modi e funzionale nel messaggio. blog: dario adamo's corner | leggi l'articolo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: